Avventure, morte e dannazione di Don Giovanni
Teatro

I Comici dell’Arte entrano nel Palazzo. Prendono possesso dello spazio
della rappresentazione: tra quelle forme rigide e austere i comici portano
sul palcoscenico con irruenza gli umori di una vitalità e creatività senza regole,
che attinge la propria ispirazione nella vita stessa dell’attore girovago.
Al di là di quello spazio i Signori di una immaginaria Corte assistono
alla rappresentazione blasfema e moralistica insieme del seduttore 
Don Giovanni, il Burlador di Siviglia,
personaggio alla moda sui palcoscenici dei teatri del tempo.
Ma inevitabilmente, trasgredendo le regole del Teatro “colto”,
ormai sclerotizzato in forme ampollose o assurdamente macchinistiche,
i Comici dell’Arte sostituiscono alla ideologia della Morte,
il piacere, tutto vitale, del gioco della rappresentazione.

(Dal programma di sala: Note di regia)


Avventure morte e dannazione di Don Giovanni

testo e regia di Gianni e Alberto Buscaglia
con Carlo Montagna, Silvano Piccardi, Riccardo Pradella,
Gianni Quillico, Milena Albieri, Marco Balbi, Miriam Crotti,
Riccardo Mantani Renzi, Maurizio Scattorin, Natale Ciravolo,
Adriana De Guilmi, Valeria Falcinelli, Giancarlo Ratti
scena di Carlo Paganelli
costumi di Daniela Zerbinati
musiche di Giovanna Busatta
realizzazione luci Sandro Carminati
Compagnia Stabile del Teatro Filodrammatici di Milano, 1980